Co-sviluppo in India, Pakistan e Bangladesh

Istituto Sindacale per la COoperazione allo Sviluppo

Co-sviluppo in India, Pakistan e Bangladesh

pakistan

pakistan
Iscos si propone di contribuire all’affermazione di forme di co-sviluppo di successo tra Italia, Pakistan, India e Bangladesh partendo dalla difesa dei diritti dei minori e dall’affermazione della famiglia come veicolo di cambiamento sociale. In India, Pakistan e Bangladesh Iscos interverrà per aumentare la consapevolezza rispetto al lavoro minorile e ai diritti dei bambini, rafforzare le capacità delle associazioni e i diritti dei lavoratori, oltre che puntare al miglioramento delle condizioni sociali locali attraverso corsi di formazione.

Il contesto

India: situata nell’Asia Meridionale è il settimo paese per estensione geografica al mondo (3.287.590 km²) e il secondo più popolato con 1.181.412 abitanti (Unesco 2010). L’India è la dodicesima più grande economia del mondo in termini nominali, e la quarta in termini di potere d’acquisto, ma nonostante ciò il Paese soffre ancora di alti livelli di povertà, analfabetismo (63%) e malnutrizione (43,5%).
Pakistan: con quasi 180 milioni di abitanti è il sesto stato più popoloso al mondo e la seconda nazione islamica dopo l’Indonesia. Il Pakistan è un paese attanagliato da crescenti tensioni sociali, in particolare dovute all’incremento della presenza di frange di estremisti islamici contro cui il governo è impegnato in azioni militari creando in molti casi una vera e propria situazione di conflitto interno.
Bangladesh: Il Paese si estende su 144.000 km², e possiede una popolazione di 162.220.762 (World Data Bank 2009). Il Bangladesh è tra i paesi più densamente popolati del mondo ed ha un elevato tasso di povertà (40% di abitanti vivono con meno di 1,25 USD al giorno e l’80% della popolazione vive con meno di 2 USD al giorno).

Alcuni dati emblematici 

India:

  • ISU (Indice di sviluppo umano): 0,519 – 119° posto sui 182 censiti dall’UNDP (2010)
  • Analfabetismo: 31,7% (UNDP 2010)
  • Bambini economicamente attivi d’età compresa tra i 10 e i 14 anni: 14.37%
  • Popolazione che vive con meno di 1,25 $ al giorno: 27,5%

Pakistan:

  • ISU (Indice di sviluppo umano): 0,532 – 141° posto sui 182 censiti dall’UNDP (2010)
  • Analfabetismo: 45,8%
  • Bambini economicamente attivi d’età compresa tra i 10 e i 14 anni: 17.67%
  • Popolazione che vive con meno di 1,25 $ al giorno: 22,6%

Bangladesh:

  • ISU (Indice di sviluppo umano): 0.469 -129° posto sui 182 Paesi censiti dall’UNDP (2010)
  • Analfabetismo: 44,5%
  • Bambini economicamente attivi d’età compresa tra i 10 e i 14 anni: 30.12%
  • Popolazione che vive con meno di 1,25 $ al giorno: 40%

Cosa fa l’Iscos
Iscos si propone di contribuire all’affermazione di forme di co-sviluppo di successo tra Italia, Pakistan, India e Bangladesh partendo dalla difesa dei diritti dei minori e dall’affermazione della famiglia come veicolo di cambiamento sociale. In India, Pakistan e Bangladesh Iscos interverrà per aumentare la consapevolezza rispetto al lavoro minorile e ai diritti dei bambini, rafforzare le capacità delle associazioni e i diritti dei lavoratori, oltre che puntare al miglioramento delle condizioni sociali locali attraverso corsi di formazione. In Italia si cercherà di rafforzare il ruolo degli immigrati indo-pakinstano-bengalesi quali agenti di sviluppo ed integrazione, promuovere l’associazionismo tra le comunità indiane e bengalesi, elaborare e consolidare forme di educazione allo sviluppo nel territorio lombardo riguardo le tematiche sui diritti dei bambini, grazie a corsi di lingua per donne migranti, corsi di formazione e promozione di eventi culturali e ricreativi.

 Promotore:

Anolf Lombardia

Settore d’intervento: 

Formazione

Partner: 

Iscos Lombardia, Iscos Nazionale, Associazione provinciale pakistani-varesini (APV), Anolf Varese, CESIL Milano, Anolf Milano

Co-finanziatore: 

Comune di Milano
Beneficiari: 60 rappresentanti ed attivisti delle associazioni della società civile locale in India e Bangladesh coinvolti nelle attività di formazione, 10 rappresentanti della confederazione sindacale pakistana (PWF) e della società civile (Sudhaar) coinvolti nelle attività di formazione, lavoratrici e lavoratori pakistani della zona di Sialkot. Beneficiari indiretti del progetto saranno i bambini e le loro famiglie, le comunità di appartenenza, nonché i lavoratori, le istituzioni e i sindacati nei Paesi di origine.

Durata del progetto: 

settembre 2012- settembre 2013

Costo dell’azione: 

147.069,00 €

 

{oziogallery 252}

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *