CORSO DI FORMAZIONE IN ALBANIA SULLA CREAZIONE DI UNA GREEN RADIO DIGITALE

Istituto Sindacale per la COoperazione allo Sviluppo

CORSO DI FORMAZIONE IN ALBANIA SULLA CREAZIONE DI UNA GREEN RADIO DIGITALE

È in corso in questi giorni il primo ciclo di formazione sulla “Creazione e uso di una green radio digitale”, organizzato nell’ambito delle attività del progetto “PRESERVE AND ENHANCE SUSTAINABLE TOURISM BETWEEN LALZI BAY AND BERAT” finanziato dal Cepf (Critical Ecosystem Partnership Fund). 

Il progetto “Preserve and enhance sustainable tourism between Lalzi Bay and Berat” coinvolge due località molto impostanti per il settore turistico albanese; Berat è infatti patrimonio dell’Unesco, mentre Lalzi Bay è una delel più belle spiagge incontaminate dell’Albania. Con questo progetto, Iscos Lombardia punta alla promozione di forme di turismo sostenibile e all’attivazione dei giovani nella difesa del proprio patrimonio culturale e naturale.
Il progetto coinvolge la società civile e le Regioni di Berat e di Durazzo in una campagna di sensibilizzazione che permetta di frenare la crescita di un turismo di massa non controllato e riduca l’emigrazione dei giovani.
Non è un caso che Iscos parta dal turismo per promuovere nuove forme di lavoro dignitoso, infatti questo progetto si interseca con l’altro progetto di Iscos Lombardia in Albania, “Albania Domani”, finanziato dalla Fondazione Cariplo, per la creazione di una rete turistica a Berat.
Iscos Lombardia promuove l’associazionismo dei giovani locali come forma di attivismo nella tutela del proprio patrimonio culturale e naturale. Per fare questo, e per farlo in modo innovativo e stimolante per i giovani, Iscos Lombardia vuole creare una Green Radio digitale volta a diffondere una campagna di sensibilizzazione nazionale e la certificazione delle strutture alberghiere albanesi. Per questo, dal 16 al 20 dicembre, Iscos Lombardia, in collaborazione con Young Radio (www.yradio.it), è impegnata nel primo ciclo di formazione sulla “Creazione e uso di una green radio digitale”; la seconda parte della formazione, si terrà nel mese di gennaio.
Il progetto coinvolgerà i giovani come promotori di pratiche di turismo sostenibile e difensori del loro habitat naturale al fine di amplificare sia il loro attivismo all’interno della società civile albanese sia la protezione della biodiversità attraverso diversi tipi di turismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *