Germania – Argentina: una strenua lotta

Istituto Sindacale per la COoperazione allo Sviluppo

Germania – Argentina: una strenua lotta

Siamo ormai giunti alla fine del Mondiale, i più deboli sono stati eliminati ed è tempo che si affrontino i migliori. Il confronto sarà di certo spettacolare. Germania – Argentina, chi vincerà? I compagni di Schweinsteiger occupano la seconda posizione del ranking Fifa, mentre Messi and co. la quinta.
 

La partita inizia, la Germania si porta subito in vantaggio. Pare infatti che, tra il suo roaster vanti più giocatori che hanno una fondazione a favore dei meno fortunati. I tedeschi sembrano essere più attenti ai bisogni altrui, nonostante gli argentini non siano esenti da questa sensibilità. 1-0 per la Germania, dunque.

L’offensiva tedesca però non si arresta e continua a dimostrare tutta la sua aggressività e continuità. Gli attaccanti avanzano verso la porta argentina e la violano nuovamente. L’Ituc ha pubblicato nel 2014 un indice dei peggiori paesi del mondo per i lavoratori dove vengono indicate le maggiori violazioni dei diritti. La Germania è un Paese dove le violazioni dei diritti dei lavoratori avvengono in modo irregolare, in Argentina invece sono sistematiche. Il primo tempo si conclude quindi con un 2 a 0.

Nella ripresa però la reazione dei sud americani si fa sentire portando l’Argentina sul 2 a 2. Secondo l’International Organization for Migration l’Argentina ha costituito un Paese di forte attrazione per i tedeschi. Al 2001 i tedeschi residenti in Argentina erano 10.362. Non si può dire la stessa cosa del contrario però perché, nel 2005, gli argentini residenti in Germania erano solo 7.140.

Secondo i dati dell’Organizzazione mondiale della sanità, il consumo di alchool è più alto in Germania. Si è registrato infatti, nel 2010, un consumo di 11,8 litri pro capite di puro alchool. In Argentina la cifra ammonta a 9,3.

La partita è combattuta, degna di una finale mondiale con i fiocchi e si conclude in pareggio. Nei tempi supplementari le squadre si equivalgono e nessuna delle due ha la meglio. Si va ai rigori.

Il vantaggio decisivo lo segna l’Argentina grazie a una prodezza del suo portiere. Infatti, l’UNSDN ha pubblicato il report sulla felicità mondiale. Le due Nazioni non presentano una differenza sostanziale nel piazzamento. La Germania si colloca al 26° posto della classifica, mentre l’Argentina al 29°, cosa che permette a tutti i rigoristi tranne uno di andare in goal. Quello che fa la differenza però è l’aumento della felicità registrato nei due Paesi tra il 2005-2007 e il 2010-2012. L’Argentina umilia la Germania con un +0,369 contro lo 0,163.

FONTI:
IOM
ITUC
UNSDSN
WHO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *