BUONE NOTIZIE DAL PROGETTO IN PERU’ IN MEMORIA DI FRANCO GIORGI

Istituto Sindacale per la COoperazione allo Sviluppo

BUONE NOTIZIE DAL PROGETTO IN PERU’ IN MEMORIA DI FRANCO GIORGI

Il progetto per la creazione di una rete di stalle modello in Perù nella regione di Pomallucay è arrivato a buon punto nel raggiungimento dei suoi obiettivi per il miglioramento delle condizioni di vita della comunità locale.

 

Padre Burbis, che ha tenuto le fila del progetto in loco, ha coordinato la formazione di una trentina di ragazzi della zona all’anno, migliorandone le conoscenze in ambito agro-zootecnico e fornendo a ciascuno di essi  un capo di bestiame come base per la propria “stalla familiare”.

Le opere di sistemazione dei terreni hanno portato alla sistemazione di tutti i terreni previsti e delle strade di collegamento della zona in cui sono sorte la casa-foresteria e la stalla con le zone limitrofe.
I lavori per la costruzione della casa-foresteria sono iniziati all’inizio del mese di febbraio 2012 e sono terminati tra i mesi di luglio e agosto 2012. Da quel momento la casa-foresteria è in grado di ospitare 30 ragazzi che potranno partecipare a nuove formazioni.
Dal mese di agosto 2012, un po’ ritardo rispetto a quanto previsto originariamente a causa di alcuni problemi tecnici relativi alla copertura della stalla stessa, sono iniziati anche i lavori di realizzazione della stalla e dei suoi locali accessori. I lavori sono terminati nel mese di gennaio 2013, anche a causa delle grandi piogge che avrebbero rovinato subito le travi di legno che costituiscono la struttura di sostegno del tetto della stalla.

Ad aprile è iniziata la formazione vera e propria di 30 ragazzi selezionati. Questa formazione non solo ha riguardato le tematiche di semina e cura dei terreni, ma anche le tecniche di allevamento delle vacche da latte, in particolare di mungitura, conservazione e trasformazione del latte, corretta alimentazione delle vacche in produzione e tecniche di coltivo dei prati; miglioramento genetico della stalla e inseminazione artificiale.
Oltre ai corsi teorici, i ragazzi coinvolti nella formazione hanno svolto attività pratiche negli stessi campi, acquisendo esperienze dirette da sfruttare nell’avviamento delle loro stalle familiari al termine della formazione.

Iscos si ritiene soddisfatta dei risultati ottenuti e dell’impatto avuto sul territorio di intervento.
Gli stessi beneficiari stanno dimostrando tenacia e volontà per lo sviluppo locale e la realizzazione di un progetto di vita che non li obblighi ad emigrare.

Mancano ancora pochi passi da compiere per completare tutte le azioni previste e , ringraziandovi per tutti gli sforzi compiuti, vi chiediamo di continuare a sostenere questo progetto con piccole azioni, dalla donazione alla destinazione del 5X1000 ad Iscos.

Visitate la Gallery del  progetto con le foto aggiornate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *