Consiglio di lettura “Sopravvivere al carcere, nonostante il carcere”

Istituto Sindacale per la COoperazione allo Sviluppo

Consiglio di lettura “Sopravvivere al carcere, nonostante il carcere”

150573 md

150573 md

La distribuzione di pasti nel reparto La nave di San Vittore, a Milano, ottobre 2017. (Nanni Fontana)

Nel giro di dodici ore Lorenzo Sciacca è passato dall’essere un rapinatore di banche condannato a decine di anni di carcere all’essere un uomo libero. Nei due anni successivi alla scarcerazione è passato dall’essere un criminale con quasi vent’anni di prigione alle spalle all’essere uno che per lavoro tenta di evitare che le persone facciano casino e finiscano dietro alle sbarre. O che, se ci finiscono, prova a trovare una mediazione tra loro e le vittime. 

Un articolo di Giuseppe Rizzo, giornalista di Internazionale, di cui vi consigliamo la lettura.

Qui il link all’articolo completo

 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *